Pulizia Piscine a Sfioro

La pulizia del filtro, di fondo piscina e superficiale

Ogni giorno giungono nell'acqua milioni di germi, spore di alghe, polvere, polline e sporcizie... Lo sporco più grande viene trattenuto dal cestello posto all'interno della vasca di compenso, lo sporco più sottile si ferma nel cestello sgrossatore della pompa mentre le particelle più piccole rimangono intrappolate nel letto di sabbia del filtro.

E' importante RIMUOVERE QUOTIDIANAMENTE FOGLIE INSETTI ED ALTRE PARTICELLE IN SOSPENSIONE FACENDO USO DEI RETINI DA FONDO E DI SUPERFICIE.

FONDO PISCINA: La pulizia manuale del fondo piscina dovrà essere eseguita in media 2 volte la settimana e comunque ogni qual volta si ritiene necessario (dopo temporali ecc..), ecco come fare:

  • Accertarsi che la pompa sia accesa altrimenti spostare l'interruttore su manuale
  • Collegare il tubo galleggiante e il manico alla spazzola di fondo
  • Aprire la valvola aspirafango utilizzato e smorzare le altre
  • Riempire il tubo galleggiante con acqua
  • Collegare il tubo all'aspirafango
  • Ora è possibile aspirare il fondo della piscina facendo attenzione a non far prendere aria alla spazzola
  • Una volta terminate le operazioni di pulizia ripristinare la situazione iniziale e fare un lavaggio del filtro.

LAVAGGIO DEL FILTRO: controllare periodicamente il manometro posto nella parte superiore del filtro, quando questo raggiunge la zona delimitata dal giallo, eseguire un controlavaggio. E' comunque importante pulire il filtro ogni volta che si aspira il fondo della piscina, ecco come fare:
  • Spegnere la pompa
  • Aprire la valvola scarico
  • Ruotare la valvola selettrice su lavaggio
  • Accendere la pompa per cerca 1 o 2 minuti (tempo necessario per espellere i residui presenti nel filtro)
  • Spegnere la pompa
  • Ruotare la valvola selettrice su risciacquo
  • Accendere la pompa per circa 20 secondi
  • Spegnere la pompa
  • Riposizionare la valvola selettrice su filtrazione
  • Chiudere la valvola scarico
  • Riposizionare la pompa su automatico.
N.B. I lavaggi del filtro sono importanti ma è bene non eccedere: per ogni lavaggio molti litri di acqua vengono scaricati dalla piscina che quindi deve essere reintegrata.

LAVAGGIO PREFILTRO POMPA: dovrà essere ripulito ogni volta che si fa il contro lavaggio o quando si ritiene necessario, ecco come fare:
  • Spegnere la pompa
  • Chiudere le valvole di aspirazione
  • Chiudere la valvola principale di mandata
  • Svitare il coperchio con l'apposita chiavetta
  • Estrarre il cestello del prefiltro e svuotarlo, se necessario lavarlo sotto l'acqua corrente
  • Riporre il cestello nella propria sede
  • Riavviare il coperchio avendo cura di risistemare l'O ring di tenuta
  • Riaprire le valvole di aspirazione e mandata
  • Riaccendere la pompa.

I prodotti chimici

Abbiamo già visto che dall'ambiente esterno e dall'apporto dei bagnanti vengono continuamente introdotti in vasca vari agenti inquinanti e contaminanti, i quali se trovano un ambiente favorevole, si sviluppano e proliferano, è necessario pertanto prevenire questi fenomeni creando in vasca un ambiente sterile.

Vi sono vari prodotti idonei a conseguire questo risultato:

Cloro: DISINFEZIONE DELL'ACQUA. Esso non deve mai mancare, quando fa molto caldo bastano poche ore di assenza di cloro perché l'acqua si deteriori. Il valore di cloro residuo nell'acqua deve essere mantenuto tra 0.7 e 1.2mg7l.
Esistono 2 tipologie di cloro; il cloro granulare e il cloro in pastiglie, il primo viene di solito impiegato nel trattamento shock contro le alghe a dosaggi più elevati, mentre il secondo come mantenimento dell'acqua al dosaggio di circa una pastiglia da 200g ogni 15 mc d'acqua.

Alghicida: PREVENZIONE DELLE ALGHE. A causa di un'imperfetta pulizia o clorazione, nella piscina possono formarsi delle alghe che rendono viscide le superfici e colorano l'acqua. Per contribuire a prevenire questi inconvenienti è bene usare l'ANTIALGHE che non sostituisce ma integra e completa l'azione battericida del cloro.

PH- o PH+: REGOLAZIONE DEL PH. Il mantenimento del valore del ph tra 7.2 e 7.6 ha un'importanza fondamentale per la piscina. A causa del riscaldamento dell'acqua e dell'aggiunta dei disinfettanti, tende generalmente ad alzarsi, specialmente nella parte iniziale della stagione, è quindi importante fare l'analisi con l'apposito test kit ogni 2/3 giorni.
I principali problemi causati da un valore di ph troppo elevato sono:

  • Riduzione dell'effetto del cloro
  • Odore di cloro dovuto al cloro legato (cloro amina)
  • Irritazione delle mucose
  • Soppressione dello stato acido protettore naturale delle pelle
  • Precipitazione di calcare.
NB: TUTTI I PRODOTTI DOVRANNO ESSERE AGGIUNTI NELLA VASCA DI COMPENSO E MAI DIRETTAMENTE IN PISCINA.


Misurazione dei valori dell'acqua

E' importante effettuare con frequenza la misurazione dei livelli di cloro e ph nell'acqua per evitare e prevenire i problemi che potrebbero conseguirne.
Munirsi quindi dell'apposito test kit; inizialmente effettuare delle misurazioni quotidiane, successivamente ogni 2 o 3 giorni. Ricordarsi inoltre di ripetere l'operazione ogni volta che viene apportata acqua nuova alla piscina.


Chiusura invernale

Al termine della stagione estiva chiudere la piscina (che va conservata piena d'acqua), eseguendo le seguenti operazioni:

  • Pulire accuratamente il fondo della vasca
  • Pulire il filtro
  • Regolare il ph tra 7.2 e 7.6
  • Mettere in vasca 15g di cloro per mc d'acqua
  • Mettere in vasca il prodotto SVERNANTE (5lt ogni 100 mc d'acqua)
  • Far circolare l'acqua per alcune ore, poi spegnere il motore e coprire la vasca col telo
  • Chiudere le saracinesche a monte e a valle dell'impianto, svuotare il filtro e tutte le tubazioni comprese tra le due saracinesche principali.


Potrebbe interessarti anche:

CERCA